Contatti: +39.328 90 44 608 | info@lesfoliesretro.com

Feste a tema

Halloween makeup

Halloween makeup: i consigli di INGLOT Italy

Halloween sta arrivando e con lui tutto l’immaginario horror e divertente che puoi immaginare. Ormai da diversi anni questa festività viene celebrata anche da noi, con party a tema, concerti e spettacoli. Anche chi resta in casa, viene raggiunto da una programmazione televisiva appositamente studiata. E siccome anche per noi di Les Folies Retro ogni occasione è buona per fare festa, abbiamo pensato di darti dei consigli su come realizzare un perfetto Halloween Makeup, naturalmente di ispirazione vintage!

 

Il tuo Halloween makeup non sarà più un problema

Quando si riceve un invito a un party a tema Halloween, solitamente la prima reazione è di grande entusiasmo. Ma subito dopo arriva la fatidica domanda: come mi trucco? Sia che tu decida di indossare una maschera che di partecipare con un abbigliamento solo vagamente a tema, il tuo Halloween makeup deve essere impeccabile. Inoltre, molto spesso, un trucco ispirato agli horror vintage del cinema è perfetto per queste occasioni. Per realizzarlo, abbiamo chiesto il supporto di INGLOT Italy, che da sempre supporta le nostre attività. Alice Onori, la make-up artist che insegna Trucco d’epoca e vintage anche nei nostri corsi e workshop, ha studiato una soluzione di sicuro effetto e di grande versatilità.

Halloween makeup: INGLOT Italy

Contrasti: la base del tuo Halloween makeup

Quando ti accingi a truccare il tuo viso, sai benissimo che la base è l’elemento fondamentale che determina la buona riuscita del tutto. Per il tuo Halloween makeup devi giocare sui contrasti: colori forti e intensi su occhi e labbra, mentre l’incarnato deve essere chiarissimo. Dopo aver steso il primer sulla pelle (e un altro specifico sulle palpebre, dove la pelle è più delicata), azzera le imperfezioni e gli arrossamenti con i correttori albicocca e verde, quindi stendi uniformemente un fondotinta di un tono più chiaro rispetto al tuo incarnato. Pettina le sopracciglia e quindi definiscile bene con un prodotto apposito. Non aver paura di rinforzarle troppo: con il resto del trucco saranno abbinate alla perfezione.

 

Colori forti e qualche tocco originale

Lo sguardo è fondamentale per ottenere l’effetto desiderato con il tuo Halloween makeup. Realizza il più classico degli smoky eye partendo da un khol nero, ma poi nelle sfumature (che realizzerai con dei pennelli a lingua di gatto e con uno tondo per l’arcata superiore) introduci i toni del rosso o del viola. Realizza dei punti luce sotto il punto più alto delle sopracciglia e agli angoli interni degli occhi, sfuma con un ombretto avorio. Osa le ciglia finte! Se ti mascheri, scegline un paio adatte al tuo costume, altrimenti lascia correre la fantasia a briglia sciolta e applicane di insolite e divertenti. Per le labbra, la tendenza dell’anno è il color vinaccia, perfetto se lo arricchisci con un tocco di pigmento iridescente al centro della bocca, danto anche più corpo e volume. Completa il tutto con un leggero contouring in polvere a sottolineare gli zigomi.

 

E ora, guarda il video realizzato da INGLOT Italy per Les Folies Retro!

Matrimonio burlesque: Manuela e Francesco

Matrimonio burlesque: Manuela e Francesco

I matrimoni a tema sono quelli che noi preferiamo. Hanno un’identità che solitamente unisce le passioni dei due sposi, parlano di loro più di mille parole. Per questo siamo letteralmente impazziti quando una coppia di sposi ci ha contattato perché stava organizzando un matrimonio in stile vintage. Di più: molte caratterizzazioni ne facevano proprio un matrimonio burlesque!

Manuela e Francesco sono amanti dello stile retrò… a chi altri avrebbero potuto rivolgersi?

“Conoscevo Les Folies Retro perché ero andata a vedere uno show di fine corso base della scuola di burlesque”, racconta Manuela quando le chiediamo come ha pensato a noi. “Poi, organizzando il matrimonio, ho conosciuto Vanessa Filippi tramite Magnolia Eventi, che ha curato l’allestimento e il catering. Mi sono detta che il mondo è piccolo!”.

Matrimonio burlesque

Photo by Giuseppe Fantini & Simone Pierucci

Matrimonio burlesque: un tema poco convenzionale

Il Vintage Wedding è uno dei quattro trend che saranno presentati a Fall In Love, il primo happening sul matrimonio creativo a Roma. Ma sebbene sia un tema che va sempre per la maggiore, non ci aspettavamo che addirittura una sposa volesse andare nell’ambito specifico del burlesque. “Il tema l’ho scelto perché studio il burlesque e mi piace”, spiega Manuela. “Sul retrò non c’è mai stato dubbio perché sia a me che a mio marito piace lo stile vintage, in realtà più un pop anni ’50. Con Andrea Notarberardino alla creazione degli allestimenti, Magnolia ha ricreato uno stile retrò più ricercato. Sono molto soddisfatta. Avevo suggerito ad Andrea degli elementi, come piume, perle… Abbiamo deciso la composizione del tavolo insieme, ma tutto il resto è stato una sorpresa, ed è stato meglio di quanto immaginassi!”.

E anche Francesco, lo sposo, è stato molto soddisfatto del tema vintage. “Anche a lui piace lo stile retrò e un look generale più sofisticato ha accontentato entrambi, soprattutto perché era più adatto al matrimonio”.

Matrimonio burlesque

Photo by Giuseppe Fantini & Simone Pierucci

Les Folies Retro e l’intrattenimento a un matrimonio burlesque

Chiaramente Les Folies Retro è stata essenziale per arricchire il matrimonio del giusto intrattenimento a tema. “La giornata è andata benissimo”, continua a raccontare Manuela. “Prima si è svolto un rito simbolico, con il cerimoniere di Les Folies Retro. Nella villa dell’Agrivillage c’è una quercia secolare e il rito si è svolto lì sotto. Abbiamo scelto il rito della luce e pronunciato le nostre promesse, sono state molto emozionanti”.

Dopo l’emozione dei due sposi che si congiungono, si passa al divertimento! “Inés Boom Boom è stata spettacolare, è piaciuta a tutti gli ospiti!”, dice Manuela. “Ci ha coinvolto tutti sin dall’aperitivo. Ho ballato tutto il tempo, non ho quasi toccato cibo! Dopo la cena, il dj Coppola Joe, ci ha accompagnato con la sua musica, mi sono divertita da matti!”.

A un matrimonio ci sono anche dei momenti che coinvolgono gli invitati, come il lancio del bouquet e della giarrettiera. “Nel momento della giarrettiera, ho voluto improvvisare dei piccoli numeri burlesque con le mie amiche. Era una sorpresa, sia per Francesco che per gli invitati. Ho comprato i ventagli di piume, le mie amiche hanno tolto il guanto mentre io improvvisavo una fan dance. Alla fine Francesco mi ha tolto la giarrettiera. Dopodiché abbiamo ballato e tutti si sono divertiti moltissimo”.

Matrimonio burlesque

Photo by Giuseppe Fantini & Simone Pierucci

L’importanza di un’organizzazione perfetta

Quando una sposa si avvicina al grande giorno, l’ansia crescente si fa sentire. Ma affidandosi a professionisti che organizzano eventi da molto tempo, molte preoccupazioni magicamente svaniscono. Così è stato per Manuela e il suo matrimonio burlesque: “Ho un amore profondo per Vanessa Filippi”, dichiara la neo sposa sulla nostra direttrice artistica. “È stata bravissima sia ad organizzare che a togliermi un gran numero di ansie. Mi ha dato moltissimi consigli, è stata davvero molto disponibile”.

Non dimentica nessuno, la dolce Manuela, nemmeno il fotografo Giuseppe Fantini e i suoi assistenti, che le lasceranno i ricordi indelebili del Grande Giorno.

“Il fatto è che non è più come i matrimoni di una volta, dove ti siedi, ti gonfi di cibo e ti annoi persino. Noi ci siamo divertiti moltissimo”, conclude con grande entusiasmo. “È stato emozionante, elegante: la villa, il cibo, la musica… Ho ricevuto complimenti per giorni e giorni. E ancora se incontro qualcuno che c’era, mi fa i complimenti. Tutti questi ringraziamenti sono sinceri perché è stato migliore delle aspettative. Mi sposerei altre cento volte per poterlo rivivere!”.

Hawaiian Party

Hawaiian Party: come organizzarlo in stile vintage

Se c’è una cosa che fa subito pensare all’estate sono le feste all’aperto. Con la bella stagione è possibile starsene fuori anche di sera, e fare in modo che proprio tutti, grandi e piccini, possano divertirsi. E non c’è niente di più estivo di un Hawaiian Party, con tanti colori e profumi freschissimi, luci e musiche a tema che, già da solo, richiama un certo immaginario vintage.

Come fare per organizzare il più fantastico Hawaiian Party? Seguendo i nostri consigli!

Hawaiian Party: le decorazioni

Le decorazioni per il tuo Hawaiian Party

La prima cosa da fare è trovare un giusto contesto per ambientare un party hawaiano. Una festa in piscina o sulla spiaggia sarebbero l’ideale, ma se ciò non fosse possibile andrà benissimo anche un giardino. Si possono organizzare feste hawaiane anche all’interno, ma di certo uno spazio aperto garantisce una migliore riuscita. Se non hai un giardino o un terrazzo, puoi sempre rivolgerti a qualcuno che ti aiuti a trovare la location più adatta. Una volta stabilita, via alle decorazioni! La parola d’ordine è “colore”. Che tu scelga il floreale o il più geometrico stile Tiki, tutto dovrà essere allegro e colorato. Ghirlande di fiori, veri o finti, palloncini colorati e ombrellini di carta. I tuoi ospiti possono essere accolti con un bel cartello che dice loro “Aloha!”, e sembrerà davvero di stare su un’isola se realizzerai dei cartelli con le indicazioni per condurli al buffet o alla pista da ballo. Puoi scavare degli ananas o delle angurie per utilizzarli come vasi per le composizioni floreali (la polpa servirà per il buffet) e puoi disseminare qua e là stuoie e cuscini per far accomodare i tuoi ospiti. Se la festa si protrae fino a sera, utilizza delle torce in giunco: sono caratteristiche e, se riempite di olio alla citronella, aiuteranno anche a tener lontani gli insetti!

Hawaiian Party: come vestirsi?

Hawaiian Party: come vestirsi?

Per quanto tu possa decorare la location del tuo Hawaiian Party, saranno gli ospiti a fare davvero la differenza! Questo è un genere di festa in cui gli invitati stessi completano il quadro generale. È semplicissimo se dici a tutti che si tratta di una festa in costume da bagno, ma se vuoi davvero dare un sapore retrò alla cosa, dovrai dare qualche direttiva in più! Largo alle camicie con stampe hawaiane o tiki per lui e agli abiti morbidi per lei. Un total look da pin-up, con fiori nei capelli e stampe floreali sul vestito sarà assolutamente perfetto. E poi ogni ragazza potrà scatenarsi con gli accessori: dalle collane agli orecchini. Puoi aiutare i suoi ospiti regalando loro le classiche ghirlande di fiori al loro arrivo, e magari un fiore da applicare all’acconciatura per le donne. Le infradito sono permesse, ma a patto che non rovinino l’eleganza un po’ vintage dell’insieme. Nel dubbio, ci si può sempre rivolgere a degli esperti di look retrò! E se qualcuno ha il fisico di Magnum PI, possiamo concedergli persino i suoi calzoncini rossi!

Hawaiian Party: il catering

Il catering ideale per un Hawaiian Party

Se vuoi che la tua festa riesca fino in fondo, fai in modo che tutto rispetti il tema, a cominciare dal buffet! Che lo prepari da te o che ti rivolga a un catering, l’importante è che tutto sia intonato al tema Hawaiian Party. Per fortuna è facile, dal momento che la cucina hawaiana offre tante possibilità classiche: dal riso fritto agli spiedini di prosciutto e ananas, alle composizioni di frutta. Accanto al delizioso pollo huli huli, puoi collocare dei mini-sandwich a forma di flip flop. Con i dolci poi, potrai proprio sbizzarrirti: dal cake design, alle cupcake con i fiori di zucchero. Puoi far preparare dei biscotti a tema e per i più piccoli anche delle cake pop!

Non dimenticare i cocktail: dal Blue Hawaiian al Sunrise. L’ideale è chiamare degli esperti che potranno addirittura offrirti un Concept Open Bar a tema!

 

Photobooth e photo corner a tema hawaiano

Non vorrai mica che il tuo party in grande stile non abbia le foto giuste? Il successo del tuo Hawaiian Party in stile vintage sarà completo se farai allestire un photobooth con tanti oggetti a tema (ghirlande di fiori, ukulele e percussioni, occhiali colorati) o, meglio ancora un photo corner! Proprio come alle feste anni Cinquanta, noleggia dei pannelli dipinti dove gli ospiti possono infilare la faccia e venir immortalati! Potranno essere ballerine di hula o aitanti surfisti! E per i più piccoli? Lilo & Stitch, ovviamente!

Hawaiian Party: musica e intrattenimento

La musica per il tuo Hawaiian Party

La musica, si sa, è l’ingrediente fondamentale per la buona riuscita di qualunque evento, in particolare di un Hawaiian Party. L’ideale sarebbe una combinazione di musica dal vivo e DJ set. All’arrivo dei tuoi ospiti un bel tappeto di musica hawaiana di sottofondo e poi, quando la festa entra nel vivo, una band dal vivo che intrattenga tutti. Ukulele e percussioni sono gli strumenti più tipici, ma non dimenticare che anche Elvis è ormai un classico per gli abitanti dell’arcipelago hawaiano, quindi anche dello scatenato rock ‘n’ roll è perfetto per far divertire tutti. L’intrattenimento può prevedere poi anche dei momenti di spettacolo: danzatrici e danzatori hawaiani in costume caratteristico, fire performance e sputafuoco, o persino dei numeri burlesque a tema! E per concludere, anche fino a tarda sera, un bel DJ set che coinvolga ogni invitato nelle danze. Il successo è assicurato!

Matrimonio vintage

Matrimonio vintage: come organizzarlo a Roma

Sei da sempre un’amante del mondo del vintage e anche il tuo futuro sposo condivide con te questa passione. Per questo avete deciso che il vostro matrimonio dovrà essere in stile retrò, come se voi e i vostri invitati poteste per un giorno essere trasportati nel passato. Optare per un matrimonio vintage significa dare alla vostra unione l’augurio dell’eternità: un festeggiamento senza tempo, come sospeso in una magica bolla di sapone che mai scoppierà.

Come fare per organizzarlo? Innanzitutto chiarite bene quale epoca fa per voi: il matrimonio vintage può spaziare dai ruggenti anni Venti, che possono essere declinati in vari modi, anche in quelli lussuosissimi in stile Grande Gatsby. O magari può essere un colorato ricevimento anni Cinquanta, con colori sgargianti e zuccherosi, il ritmo del rock ‘n’ roll e tanti dolci. O ancora, gli scatenati anni Sessanta, con un abito da sposa corto, colori pastello e acconciature cotonate per tutti. Oggi va molto di moda anche il revival: il boho-chic non fa che declinare l’amore per la natura che si aveva negli anni Settanta, o la nuova ondata estrema che vuole un party folle in stile anni Ottanta. Perché no? Il matrimonio è il vostro e potete scegliere ciò che volete. L’importante è affidarsi a organizzatori capaci: non c’è nulla di peggio di un guazzabuglio di epoche, in cui gli invitati si trovano più disorientati che divertiti. Un wedding planner professionista e specializzato nell’Old Style Wedding è quello che ci vuole. Soprattutto se non sapete da dove cominciare.

Matrimonio vintage: gli abiti da sposa

L’abito da sposa: il primo elemento del matrimonio vintage

Quando si pensa a un matrimonio, la prima immagine che viene alla mente è quella della sposa. Per questo è fondamentale che tu scelga il tuo abito in stile vintage a seconda dell’epoca in cui vuoi calare il tuo matrimonio. Immagina di sentirti una diva della Golden Age, con un abito elegantissimo anni Trenta e un make-up della stessa epoca. Sarai tu a dare il dress code e tutti i tuoi invitati si adegueranno di conseguenza. E per l’uomo? Esistono – anche se sono pochi – dei look consultant anche per lui. E non dimenticate gli accessori! Cipollotti, gemelli e scarpe con le ghette, per esempio. Il segreto di una buona riuscita sta, come sempre, nei particolari.

Matrimonio vintage: stili della sposa

La location e l’allestimento di un matrimonio vintage

Per calarsi completamente nell’atmosfera d’altri tempi di un vintage wedding, bisogna ovviamente scegliere la location adatta, che raggiungerete a bordo di un’auto d’epoca. A meno che non abbiate già un’idea ben precisa, un wedding planner specializzato ve ne saprà proporre di perfette, da quelle propriamente antiche, a quelle declinabili nelle decadi del secolo scorso. Subito dopo si dovrà pensare all’allestimento: arredamenti, flower design ed eventuali scenografie o effetti speciali. Tutto dovrà concorrere alla ricreazione coordinata dell’epoca da voi scelta. Non sottovalutate assolutamente il tableau, i segnaposto e la mise en place!

Per qualche idea in più, il matrimonio vintage è uno dei quattro trend dell’anno che saranno in mostra a Fall in Love, il primo evento sul matrimonio creativo a Roma.

Matrimonio vintage: acconciature

Bomboniere, confettate e cake design

La torta nuziale è un altro elemento fondamentale di un matrimonio vintage. Puoi decidere il cake design insieme al wedding planner, che saprà indirizzarti verso pasticceri capaci di realizzare autentici capolavori. Ma la torta non dovrà essere l’unico dolce del buffet. L’intero menù può essere declinato a tema, non solo nell’aspetto, ma anche nella scelta delle pietanze: basterà rivolgersi a un ottimo catering che saprà consigliarvi. Il trend più dolce è poi quello della confettata: oltre ai confetti chiusi nelle bomboniere, che verranno regalati agli ospiti, gli invitati potranno deliziare il loro palato con confetti dei più disparati gusti. La confettata sarà ovviamente allestita a seconda del tema del tuo matrimonio vintage, con una wedding stationery pensata per indicare ciascun gusto e magari anche dei sacchetti per portar via un assaggio di ognuno.

Matrimonio vintage: abiti testimoni

E gli ospiti di un matrimonio vintage?

Se davvero vuoi che tutto il look del tuo matrimonio sia coerente e che le foto del tuo album di nozze non sembrino uscite dalla trilogia scombinata di Ritorno al futuro, anche gli invitati dovranno calarsi nella parte. Dai suggerimenti sul dress code già dall’invito, divulga dritte e consigli e soprattutto aiuta i tuoi ospiti! Puoi allestire un corner make-up e acconciature dove tutte le donne possano perfezionare il loro look, e magari anche un barber corner per i maschietti.

Naturalmente gli ospiti vanno anche intrattenuti. La scelta del tappeto musicale in situazioni come questa è assolutamente fondamentale: ingaggia un DJ esperto in selezioni vintage, con il quale potrai anche accordare alcuni brani, soprattutto per i momenti fondamentali del tuo matrimonio. Momenti di musica dal vivo creeranno la giusta atmosfera e faranno sì che tutti gli ospiti si calino completamente nell’epoca. Non ti sembra ancora sufficiente? Chiedi nuovamente ai wedding planner: sapranno darti molti suggerimenti su come intrattenere gli ospiti del tuo matrimonio vintage.

 

Photo credits: Abiti da sposa: LabCostume – Abiti testimoni: Bloody Edith + Olivia Iron – Make-up e acconciature: Alice Onori, Ori ‘O’, Miss Frances Belle – Bouquet: Trilli e Gingilli – Photo: Aldo Feroce, Domenico Salvati

Addio al nubilato burlesque

Addio al nubilato Burlesque

La tua amica sta per sposarsi e tu vorresti organizzarle un addio al nubilato con i fiocchi… Cerchi delle idee originali e dritte insolite, ma ancora non le trovi… e intanto qualcuno ti ha parlato dell’addio al nubilato burlesque, e tu non sai cosa sia…

Il burlesque, per te, è “solo” lo show tra seduzione e ironia che gioca sulle icone vintage, ma sempre cercando di ammaliare gli uomini, come può funzionare per un addio al nubilato?

Ecco, te lo diciamo noi!

Addio al nubilato burlesque, accessori e musica

Addio al nubilato burlesque: Milky Butterfly

 

Cosa succede in un addio al nubilato burlesque?

Durante un addio al nubilato, a divertirsi sono la sposa e le sue amiche, damigelle e non. Ecco perché l’addio al nubilato burlesque è un regalo per la festeggiata, ma che coinvolge anche tutte le altre invitate. Quello che avviene durante il party è un workshop base di burlesque, in cui la sposa e le sue amiche imparano le tecniche base di questa forma d’arte a base di seduzione. Come camminare, come sedersi, come sfilare i guanti e le calze… sono solo alcuni degli input che l’insegnante, una performer burlesque professionista e qualificata, trasmette alle partecipanti. Tre ore all’insegna dell’ironia e della femminilità, in cui tutte si riscoprono donne e imparano a ridere di loro stesse e ad amarsi.

 

E se le mie amiche sono timide?

A volte succede: due o tre invitate non stanno nella pelle, mentre altre si vergognano di mettersi in gioco. O ancora, una o due invitate temono che sia troppo difficile superare certi scogli, per loro. Niente paura: il workshop prevede un insegnamento di base, adatto alle donne di ogni età, corporatura e… livello di timidezza. Non ci si spoglia più di tanto… a meno che non siate voi a volerlo! Mostrerete al massimo le gambe o… il pancino! Più che a una vera e propria lezione, somiglia a una sorta di pigiama party iperfemminile, dove al posto di informi tute e felpe oversize ci sono reggicalze e lustrini!

E per la timidezza? Be’, quella è di solito un riflesso della vita quotidiana che sparisce immediatamente. Bastano un po’ di musica e il calore delle amiche… e vi ritroverete con la collega timida improvvisamente trasformata in una tigre!

Addio al nubilato burlesque, workshop di femminilità e seduzione

Addio al nubilato burlesque: Sally Van Tassel

 

Gli accessori per un addio al nubilato burlesque

Guanti, calze, scarpe con il tacco, bustini… ma anche boa, ventagli di piume, acconciature… Sono molteplici gli accessori burlesque ormai entrati nell’immaginario comune. Ma prima che vi figuriate bagni collettivi in un bicchiere da Martini gigante che non sapete dove reperire, sappiate che anche le starlette poggiano i loro tacchi su questa terra!

Gli accessori sono solitamente a carico dell’insegnante, che li distribuirà durante la lezione per poi riprenderli al termine. Certo, ci vorrà la mise giusta… e anche qui non c’è da preoccuparsi perché a nessuna viene chiesto di sfoggiare le piume per la prima volta. Basterà che ogni partecipante indossi una gonna comoda (non a tubino: fate in modo che il vestiario agevoli i movimenti) e un paio di tacchi. Per ragioni igieniche, è preferibile che portiate voi un paio di calze e un reggicalze o un paio di autoreggenti.

Anche se esistono molti modelli e fantasie di calze, e la tentazione di comprarle tutte è forte, per un addio al nubilato burlesque sono consigliabili delle semplici calze con balza in pizzo. Evitate, se potete, quelle a rete: sono più complicate da sfilare. Un paio di calze a pochi euro, nei franchise di calzetteria, sono perfette per lo studio.

Per le scarpe, invece, sono sconsigliati laccetti alla caviglia e sandali: le decolleté nere, passepartout per ogni occasione, si riveleranno sorprendetemente perfette.

 

Quale location è adatta a un addio al nubilato burlesque?

Ora che siete tutte decise, e siete certe che alla sposa farà molto piacere ricevere questa sorpresa, non sapete dove organizzare questo addio al nubilato con workshop burlesque! Quale location sarà adatta?

Alcune insegnanti preferiscono far affittare una sala in una palestra o in una scuola di danza… Noi di Les Folies Retro lo sconsigliamo: a meno che le partecipanti non siano tutte danzatrici o aspiranti performer, la cosa diventa un po’ impersonale. Molto meglio un luogo dove sentirsi a proprio agio, scherzare assieme e potersi muovere sotto i soli sguardi amorevoli delle amiche!

Se avete posto a sufficienza, il salotto di una di voi andrà benissimo. Altrimenti potete chiedere a chi tiene questi workshop di suggerirvi una location. Noi che ne teniamo di continuo, ne abbiamo alcune che utilizziamo spesso, nelle quali avrete a disposizione anche bevande, cocktail, aperitivi e quant’altro: è una festa in fondo!

Addio al nubilato burlesque, idee originali in più

Addio al nubilato burlesque: aggiungi un catering a tema o una seduta di trucco e acconciatura vintage

 

Altre idee originali per l’addio al nubilato burlesque

Questo ancora non basta, perché tu vuoi che sia tutto davvero a tema! Magari la sposa è proprio un’amante dell’arte del burlesque, va agli show a Roma e non solo, segue le performer professioniste su facebook! In questo caso, ci vuole di più!

Con poca spesa potete acquistare alcuni accessori per farla entrare meglio nella parte, e magari potete anche ordinare un catering a tema! Biscotti decorati a forma di corsetto o una torta dal cake design studiato ad hoc. Potete brindare con del Burlesque Rosé o con del cointreaupolitan, il cocktail di Dita Von Tease. Non ci sono limiti alla fantasia quando si tratta di femminilità!

Oltre al workshop sui movimenti base, inoltre, potete aggiungerne uno di trucco vintage, scegliendo un’epoca dagli anni ’20 agli anni ’50, o di acconciatura d’epoca. Richiedeteli direttamente a chi tiene il corso: ogni performer ha qualcuno che le ha insegnato trucco e parrucco!

 

Un ricordo del vostro addio al nubilato burlesque

Peccato che di tutto questo rimangano solo tanti bei ricordi… Magari qualche foto